Monaci Benedettini Silvestrini

San Silvestro in Montefano, Fabriano

Il Monastero di San Silvestro

Panorama verso Fabriano
Panorama verso est

La mano del Creatore, seguendo un suo misterioso disegno, ha sparso qua e là nel mondo isole di silenzio e di pace perché fossero per gli uomini quasi altrettante oasi dello spirito bisognoso di sostare di quando in quando nella corsa della vita.
Monte Fano è una di queste. La sua mole, dalla caratteristica ampia linea curva, si leva a ridosso di Fabriano, la famosa industre città della carta, fra i monti dell'Appennino umbro-marchigiano. Dalla cima del monte (m. 890), un'ampia piattaforma di verde, l'occhio spazia lontano per vallate e colline: l'alta valle dell'Esino, la valle del Giano, e tutt'intorno una chiostra di monti.
Verso oriente la catena dei Preappennini con le montagne della Rossa, la gola di Frasassi con le sue famose Grotte, la vetta a piramide del San Vicino; a ponente gli Appennini: il passo di Fossato, il monte Cucco, il monte Catria, cantato da Dante; verso sud, in lontananza le cime dei monti Sibillini.